Stemma Marlianici, la Fortuna e Mercurio, Prospettive architettoniche, fiori, strumenti musicali e armi (boiserie) - ambito valtellinese-grigionese (seconda metà sec. XVI)

https://w3id.org/arco/resource/Lombardia/HistoricOrArtisticProperty/SO020-01084_R03 an entity of type: HistoricOrArtisticProperty

boiserie Stemma Marlianici, la Fortuna e Mercurio, Prospettive architettoniche, fiori, strumenti musicali e armi
Stemma Marlianici, la Fortuna e Mercurio, Prospettive architettoniche, fiori, strumenti musicali e armi (boiserie) - ambito valtellinese-grigionese (seconda metà sec. XVI) 
Stemma Marlianici, la Fortuna e Mercurio, Prospettive architettoniche, fiori, strumenti musicali e armi (boiserie) - ambito valtellinese-grigionese (seconda metà sec. XVI) 
post 1570-ante 1590 
La stüa è in legno di pino cembro, con inserzioni in noce. Le tarsie sono realizzate con legni di varie essenze e colori differenti, talvolta tinti. Le pareti sono costituite da specchiature rettangolari con cornici modanate, alternate a lesene sulle quali si imposta un sottile architrave. Modiglioni e mensole a sorreggere il soffitto a lacunari geometrici, i cinque scomparti principali sono quadrati e decorati ad intarsio. In quello centrale lo stemma Marlianici, in due dei quattro laterali l'allegoria della Fortuna e Mercurio seduto. Tre pareti (la quarta è finestrata), portano al centro altrettanti stipi con cornici e pannelli intarsiati, L'ingresso principale (non più in uso) è incorniciato da due colonne tuscaniche su plinti, con architrave e fregio intagliato geometrico bicromo. La porta è decorata con due specchiature sovrapposte intarsiate, con vedute architettoniche in prospettiva inserite in archi bugnati. Le due porte secondarie, più semplici, hanno cornici mistilinee. 
boiserie 
Il confronto stilistico con altre stüe locali, in particolare la stüa Giucciardi del palazzo Guicciardi-Azzola di Ponte in Valtellina e la stüa terranea di palazzo Vertemate Franchi di Piuro, entrambe datate, consentono di collocare la realizzazione del manufatto tra l'ottavo e il nono decennio del Cinquecento. I due ingessi con cornici mistilinee dei lati ovest e nord sono ritenute inserzioni del XVIII secolo. Attualmente l'ambiente è utilizzato come ufficio del sindaco di Sondrio. 
Prospettive architettoniche, fiori, strumenti musicali e armi 
Stemma Marlianici, la Fortuna e Mercurio 
La stüa è in legno di pino cembro, con inserzioni in noce. Le tarsie sono realizzate con legni di varie essenze e colori differenti, talvolta tinti. Le pareti sono costituite da specchiature rettangolari con cornici modanate, alternate a lesene sulle quali si imposta un sottile architrave. Modiglioni e mensole a sorreggere il soffitto a lacunari geometrici, i cinque scomparti principali sono quadrati e decorati ad intarsio. In quello centrale lo stemma Marlianici, in due dei quattro laterali l'allegoria della Fortuna e Mercurio seduto. Tre pareti (la quarta è finestrata), portano al centro altrettanti stipi con cornici e pannelli intarsiati, L'ingresso principale (non più in uso) è incorniciato da due colonne tuscaniche su plinti, con architrave e fregio intagliato geometrico bicromo. La porta è decorata con due specchiature sovrapposte intarsiate, con vedute architettoniche in prospettiva inserite in archi bugnati. Le due porte secondarie, più semplici, hanno cornici mistilinee. 
Stemma Marlianici, la Fortuna e Mercurio ; Prospettive architettoniche, fiori, strumenti musicali e armi 
Sondrio (SO) 
boiserie 
proprietà Ente pubblico territoriale 
ferro/ battitura 
legno/ sagomatura/ tornitura/ intaglio/ intarsio 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here