Pietà - Dipinti (positivo) by Reni, Guido, Naya, Carlo (XIX)

https://w3id.org/arco/resource/PhotographicHeritage/0800366373 an entity of type: MovableCulturalProperty

positivo, m
Pietà - Dipinti (positivo) by Reni, Guido, Naya, Carlo (XIX) 
Pietà - Dipinti (positivo) di Reni, Guido, Naya, Carlo (XIX) 
positivo 
post 1868-ante 1869 
0800366373 
positivo 
00366373 
08 
0800366373 
Il fondo fotografico Faccioli è costituito da stampe sciolte o incollate su supporto, raccolte nel corso della sua attività di ingegnere-architetto da Raffaele Faccioli (Bologna, 1836-1914). Dopo la sua morte, il geometra Luigi Mattioli, amministratore dei beni degli eredi, propose a Francesco Malaguzzi Valeri, allora Direttore della Pinacoteca di Bologna, l'acquisto di questa raccolta grafica comprendente disegni, taccuini e materiale fotografico. L'acquisizione avvenne in due fasi, tra il 1917 e il 1918. Nei precisi elenchi che testimoniano la transazione si citano: "597 fotografie di diversi formati e soggetti montate su cartone, 624 fotografie di diversi formati e soggetti senza cartone, 31 fotografie su cartone di diverse misure, di soggetti architettonici, e 9 fotografie senza cartone, di diverse misure, di soggetti architettonici" (9 maggio 1917) e "576 fotografie di diversi formati e soggetti" (9 aprile 1918). Dalla scheda autore on-line del SIRPAC, dedicata a Carlo Naya, si apprende la notizia che l'atelier veneziano del fotografo di piazza S. Marco N.° 77 e 78 bis, in angolo con le Procuratie Vecchie, venne inaugurato il 31 agosto del 1868, per restare attivo sino all'anno successivo. Infatti dopo il 1869 il negozio si ampliò ai civici 75, 76, 77, 78, 79 bis, giungendo sotto il Palazzo Ducale, dove rimase fino alla morte dello stesso Naya, avvenuta nel 1882. Sul supporto secondario del fototipo in esame è stampato l'indirizzo di piazza S. Marco 77 e 78 bis, iscrizione che permette di circoscrivere la datazione della stampa al biennio '68/'69. Inoltre l'indicazione manoscritta riportata sul lato opposto rispetto alla sede dell'atelier precisa il luogo di ubicazione del dipinto di Guido Reni: l'Accademia di Belle Arti di Bologna, ovvero prima del 1882, anno di nascita della Pinacoteca felsinea, ufficialmente separata dall'istituto di insegnamento soltanto a quella data.Attualmente, le lastre negative dell'atelier di Naya sono conservate presso l'archivio storico Böhm-Naya a Venezia 
Pietà - Dipinti 
Guido Reni - Deposizione - Accad. - Bologna 
Bologna (BO) 
proprietà Stato 
Pietà - Dipinti, Reni, Guido - Cristo in pietà pianto dalla Madonna, assisa tra due angeli, e adorato dai santi Petronio, Francesco, Domenico, Procolo e Carlo Borromeo, protettori di Bologna - Bologna - Pinacoteca Nazionale 
albumina/carta 
bibliografia specifica: Becchetti P - 1978 
bibliografia specifica: Magalini C - 2010 
bibliografia di confronto: Gresleri G./ Massaretti P.G. (a cura di) - 2001 
bibliografia di confronto: Bentini J./ Cammarota G.P./ Scaglietti Kelescian D. (a cura di) - 2008 
Reni, Guido - Cristo in pietà pianto dalla Madonna, assisa tra due angeli, e adorato dai santi Petronio, Francesco, Domenico, Procolo e Carlo Borromeo, protettori di Bologna - Bologna - Pinacoteca Nazionale 
31875/287 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here