detector magnetico Marconi (ricevitore, di Marconi a rivelazione magnetica) by Marina Militare, Arsenale La Spezia, Marconi Guglielmo (inizio sec. XX)

https://w3id.org/arco/resource/ScientificOrTechnologicalHeritage/0300633654 an entity of type: MovableCulturalProperty

ricevitore, di Marconi a rivelazione magnetica, detector magnetico Marconi
detector magnetico Marconi (ricevitore, di Marconi a rivelazione magnetica) by Marina Militare, Arsenale La Spezia, Marconi Guglielmo (inizio sec. XX) 
detector magnetico Marconi (ricevitore, di Marconi a rivelazione magnetica) di Marina Militare, Arsenale La Spezia, Marconi Guglielmo (inizio sec. XX) 
post 1902-ante 1902 
Costruito dall'Aresenale di La Spezia (?) o forse dallo stesso Guglielmo Marconi (?), questo modello fu utilizzato a bordo della Carlo Alberto da Gugliemo Marconi nell'estate del 1902. E' composto da una scatola in legno all'interno della quale risiede un motore a molla. All'esterno della scatola (sopra) sono presenti due pulegge in legno: una con doppia sede e collegata al motore tramite una cinghia (mancante) e l'altra libera (o in folle). Queste pulegge ospitano una trecciola in ferro (mancante). Due grossi magneti "a ferro di cavallo", parzialmente sovrapposti, sono fissati orizzontalmente sul piano superiore della scatola e presentano i loro terminali (poli) in corrispondenza di due bobine coassiali in rame (entrambe mancanti). Due dei quattro serrafili servono per collegare il ricevitore telefonico con la bobina esterna, mentre gli altri due servono al collegamento della terra e dell'antenna con la bobina interna 
detector magnetico Marconi (ricevitore di Marconi a rivelazione magnetica) 
D35 
00633654 
03 
0300633654 
Costruito dall'Aresenale di La Spezia (?) o forse dallo stesso Guglielmo Marconi (?), questo modello fu utilizzato a bordo della Carlo Alberto da Gugliemo Marconi nell'estate del 1902. E' composto da una scatola in legno all'interno della quale risiede un motore a molla. All'esterno della scatola (sopra) sono presenti due pulegge in legno: una con doppia sede e collegata al motore tramite una cinghia (mancante) e l'altra libera (o in folle). Queste pulegge ospitano una trecciola in ferro (mancante). Due grossi magneti "a ferro di cavallo", parzialmente sovrapposti, sono fissati orizzontalmente sul piano superiore della scatola e presentano i loro terminali (poli) in corrispondenza di due bobine coassiali in rame (entrambe mancanti). Due dei quattro serrafili servono per collegare il ricevitore telefonico con la bobina esterna, mentre gli altri due servono al collegamento della terra e dell'antenna con la bobina interna 
Marconi 
Carlo Alberto 
Radiotelegrafia 
campagna sperimentale 
detector 
detector magnetico Marconi 
Milano (MI) 
0300633654 
ricevitore di marconi a rivelazione magnetica 
detenzione privata 
legno  metallo 
bibliografia di confronto: Jensen R. P - 1994 
bibliografia specifica: Simion E - 1927 
bibliografia specifica: Solari L - 1939 

data from the linked data cloud

Licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0). For exceptions see here